I SEGRETI DELL’ORGASMO MASCHILE E FEMMINILE

Sesso, ecco le 7 cose sull’orgasmo maschile che le donne devono sapere
25 maggio 2018
Trombamicizia: come fare sesso tra amici senza innamorarsi
6 luglio 2018

Quanto sapete, uomini o donne che siate, sull’orgasmo? Le dimensioni del pene influiscono sulle probabilità di portare lei all’apice del piacere? L’eiaculazione femminile esiste? È vero che col passare degli anni il climax dura di meno? Una donna raggiunge l’orgasmo prima o dopo l’uomo?
La donna può fare l’amore senza sentimento o è un comportamento solo e soltanto maschile? In cosa si differenzia l’orgasmo maschile da quello femminile?

L’orgasmo è una situazione psicofisica che porta l’individuo, sia di sesso maschile che femminile, a vivere il massimo grado dell’espressione del piacere erotico-sessuale. Esso è inoltre la parte finale del cosiddetto ‘ciclo di risposta sessuale’ che si compone di tre fasi: l’eccitamento, il plateau e appunto, l’orgasmo, cui segue una quarta fase di rilassamento della tensione sessuale (risoluzione). Tale percorso è stato individuato e descritto da William Masters e Virginia Johnson, i fondatori della sessuologia moderna.
In realtà vi sono tanti tipi di percorsi verso il piacere, a prescindere dal sesso di chi lo fa, ma è sempre tutto strettamente correlato al vissuto, alle emozioni provate, all’immaginario erotico, alla capacità di lasciarsi andare all’altro, all’amore, al coinvolgimento.
Abbiamo sintetizzato in 10 punti le macrodifferenze tra il piacere di lui e quello di lei.

1 Piacere simile?
Anche se uomini e donne reagiscono diversamente allo stimolo sessuale, è interessante sapere che ci sono poche differenze tra l’orgasmo maschile e quello femminile, e che queste dipendono solo da una questione fisica, a causa della differenza degli organi sessuali, più che fisiologica.

2 Frettolosi?
Lei a venire ci mette in media circa 20 minuti, lui dai 2 ai 10. È ovvio che ci stiamo riferendo ai tempi medi, statisticamente. Per fortuna.

3 Allora, abbiamo finito?
Ragazze, se vi sembra che il vostro orgasmo non sia molto lungo, tiratevi su pensando che l’orgasmo maschile è più breve del vostro: dura dai tre ai quindici secondi.

4 Squirting: la mitica eiaculazione femminile
Il fenomeno non riguarda molte donne, ma alcune provano questa esperienza. Si tratta di emissione di liquido durante l’eccitazione sessuale. Secondo alcuni esperti è legato alla stimolazione intensa del famoso punto G.

5 Clitoride vs Vagina
L’orgasmo femminile può essere di due tipi: clitorideo e vaginale. Sulle differenze relative all’intensità dell’orgasmo è difficile individuare dei parametri ben definiti, perché troppe variabili influenzano inevitabilmente l’intensità dell’esperienza. L’orgasmo clitorideo è probabilmente il più “semplice” da raggiungere per una donna, conseguente ad una stimolazione anche manuale della clitoride, fino all’apice del piacere fisico. L’orgasmo di tipo vaginale richiede invece la penetrazione vaginale, che con il continuo scorrimento del pene maschile ed il contatto con le pareti vaginali produce un aumento del flusso sanguigno nei tessuti clitoridei, fino alle vere e proprie contrazioni orgasmiche.

6 Le dimensioni contano?
Non importa quanto sia dotato il vostro uomo: che sia ben dotato o un pisellino, le probabilità di raggiungere l’apice del piacere non cambiano. Ma non tutte sono d’accordo: alcune dicono che meglio “molto tanto” che poco…

7 Sempre più breve
Invecchiare non fa bene: con il passare degli anni la durata del climax si abbassa. Quindi più s’invecchia più l’orgasmo sarà di breve durata.

8 È tutto nel cervello?
Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Scientific American , l’eccitazione attiva nel cervello delle donne alcuni neuroni che tuttavia, nel momento in cui si raggiunge il piacere massimo, si disativano. In pratica, la donna per raggiungere l’orgasmo deve spegnere controllo, pensiero e paure di sorta. Gli uomini sono molto meno complicati in questo senso; ma lì il problema può essere riuscire a tenere un’erezione..

9 Fingono benissimo
L’orgasmo femminile simulato è un problema molto diffuso. Le donne lo fingono perché hanno paura di deludere il partner o perché pensano che sia più comodo o sbrigativo finirla lì con un bell’urlo che appaghi soprattutto lui.

10 Ma è meglio non fingere
Sì, è vero, potete anche essere brave a fingere, ma ci sono segnali inequivocabili che rivelano se l’orgasmo è vero o simulato: la frequenza cardiaca è accelerata, il respiro intenso, le pupille si dilatano, si verificano spasmi muscolari nelle zone basse e rossori sulla pelle.